Come Fare la Manutenzione di un Quad

Molto spesso, tornati da un’uscita in fuoristrada, non prestiamo la giusta attenzione alla cura del nostro mezzo che, col passare del tempo, potrebbe avere dei problemi proprio a causa della scarsa manutenzione. Sarà fondamentale capire dove intervenire e, con pochi e semplici accorgimenti, riusciremo a mantenere in ottima forma il nostro atv.

Dopo un’uscita in fuoristrada, magari in zone fangose e polverose, la prima cosa da fare è quella di lavare grossolanamente il proprio quad con l’idropulitrice stando attenti alle parti più sensibili come il radiatore. In secondo luogo dovremo rimuovere eventuali residui di sporco a mano dalle parti meccaniche più nascoste per evitarne la sedimentazione. Mentre il quad asciuga possiamo controllare il corretto funzionamento dell’impianto elettrico ed il livello dei liquidi.

Quando il quad sarà completamente asciutto possiamo passare ad un esame più accurato dei diversi componenti.I dischi freno devono essere puliti ed in buono stato così come le pasticche. Dobbiamo verificare che i cuscinetti ruota scorrano liberi e senza impuntamenti. Dobbiamo controllare l’eventuale presenza di trasudi dalla zona motore e trasmissione. Anche la pressione delle gomme va ricontrollata a freddo in quanto l’aria scaldandosi aumenta di volume.

Se l’uscita è avvenuta in ambienti particolarmente polverosi sarà buona norma estrarre il filtro dell’aria e soffiarlo con il compressore qualora esso sia lavabile. In presenza di un filtro di carta troppo sporco, invece, sarà bene procedere alla sua immediata sostituzione. Da ultimo bisognerà controllare la tensione della catena di trasmissione e procedere alla sua lubrificazione. Per gli atv con cambio automatico vanno effettuate revisioni periodiche di frizione, cinghia e variatore ogni 4 o 5 uscite.